Concetto Regalbuto

Ricercatore di ENDOCRINOLOGIA [MED/13]
Dipartimento di afferenza: Medicina clinica e sperimentale
Ufficio: P.O. Garibaldi Nesima - torre C, p. -2 - via Palermo 636
Email: regalbut@unict.it
Telefono: +39.095.759.8815
Fax: +39.095.472988  
Orario di ricevimento: Previo appuntamento tramite mail


Nato a Catania il 1.12.1954.

Laurea in Medicina e Chirurgia il 2.11.1978 presso l'Università di Catania con voti 110/110 e la lode.  

Specializzazione in Endocrinologia il 2.7.1981 presso l'Università di Catania con voti 50/50 e la lode. 

Professore aggregato dal 1987 presso la Cattedra di Endocrinologia dell'Università di Catania.

Dirigente Responsabile del “Centro per la Prevenzione e Cura del Gozzo” presso l’Azienda Ospedaliera di Rilievo Nazionale e di Alta Specializzazione Garibaldi di Catania.

Attività didattica

Incarichi di insegnamento presso la Scuola Diretta a fini speciali di Dietologia e Dietoterapia dell'Università di Catania dal 1990 al 1997. 

Incarico di insegnamento di Endocrinologia al Corso di Laurea in Tecniche di Fisiopatologia cardio-circolatoria e perfusione cardiovascolare dell’Università di Catania dal 2013.

Incarichi di insegnamento presso la Scuola di Specializzazione in Endocrinologia Università di Catania.

Incarico di insegnamento di Endocrinologia al Corso di Laurea in Medicina e Chirurgia dell’Università di Catania.

Nell'anno 1999 Componente del Collegio dei Docenti del Dottorato in Scienze Endocrine: " Basi molecolari dell'azione ormonale"  presso l'Università di Catania.

Nell'anno 2010 Componente del Collegio dei Docenti del Dottorato di Medicina Molecolare presso l'Università di Catania.

Incarichi di docente per corsi nazionali di aggiornamento e congressi nazionali organizzati dalla Società Italiana di Endocrinologia. 

Dal 2002 al 2013 Componente della Commissione Didattica della Società Italiana di Endocrinologia.

Dal 2010 al 2014 Componente della Commissione di Aggiornamento Clinico-Scientifico della Società Italiana di Endocrinologia.

Dal 2013 Componente della Commissione Iodine Deficiency Disorders e Giornata Mondiale della Tiroide della Società Italiana di Endocrinologia.

Attività scientifica

L'attività di ricerca scientifica è stata rivolta principalmente allo studio della patologia tiroidea: in particolare, ha collaborato ad una serie di studi riguardanti l'epidemiologia e le complicanze del gozzo in un'area di endemia gozzigena della Sicilia Nord-Orientale, seguendo l'evoluzione di tali patologie in uno studio longitudinale di circa 30 anni. Nell'ambito di questi studi, ha assunto un ruolo primario in un progetto originale e di collaborazione internazionale con l’Università di Harvard (USA) e Bruxelles (Belgio) per la iodoprofilassi mediante supplementazione di iodio all'acqua municipale di un centro della Sicilia Nord-Orientale (Troina). 

Per la sua esperienza nel settore gli è stato attribuito nel 1998 il ruolo di Coordinatore per la Sicilia Sud-Orientale di un progetto finanziato dal C.N.R. relativo all' "Eradicazione del gozzo endemico e dei disordini da carenza iodica nell' Italia Meridionale".

Dal 2013 è stato nominato Componente della Commissione “Iodine Deficiency Disorders e Giornata Mondiale della Tiroide” della Società Italiana di Endocrinologia.

In atto Responsabile dell’Osservatorio Regionale per la Prevenzione del Gozzo – Regione Sicilia.

Coordinatore di un progetto del Ministero della Salute intitolato: “Progetto iodoprofilassi: azioni per l’ottimizzazione dell’adesione al piano nazionale di prevenzione e monitoraggio della iodoprofilassi in Liguria, Toscana e Sicilia”.

L'attività clinica e scientifica si è rivolta anche alle problematiche relative al carcinoma della tiroide e in particolar modo ai pazienti sottoposti a terapia radiometabolica: in questo settore ha selezionato una delle casistiche più vaste in Europa e ne ha seguito l'evoluzione, pubblicando una serie di lavori sull’argomento.

L’attività scientifica è documentata da 167 pubblicazioni scientifiche su riviste nazionali e internazionali, di cui 63 lavori in estenso e 104 sunti brevi di comunicazioni e relazioni a congressi.


visualizza le pubblicazioni
N.B. l'elevato numero di pubblicazioni può incidere sul tempo di caricamento della pagina
ANNO ACCADEMICO 2019/2020


ANNO ACCADEMICO 2018/2019


ANNO ACCADEMICO 2017/2018


ANNO ACCADEMICO 2016/2017

  • DIPARTIMENTO DI CHIRURGIA GENERALE E SPECIALITÀ MEDICO-CHIRURGICHE
    Corso di laurea in Tecniche di fisiopatologia cardiocircolatoria e perfusione cardiovascolare - 2 anno
    ENDOCRINOLOGIA E NEFROLOGIA


ANNO ACCADEMICO 2015/2016

  • DIPARTIMENTO DI CHIRURGIA GENERALE E SPECIALITÀ MEDICO-CHIRURGICHE
    Corso di laurea in Tecniche di fisiopatologia cardiocircolatoria e perfusione cardiovascolare - 2 anno
    ENDOCRINOLOGIA E NEFROLOGIA

L'attività di ricerca scientifica è stata rivolta principalmente allo studio della patologia tiroidea: in particolare, ha collaborato ad una serie di studi riguardanti l'epidemiologia e le complicanze del gozzo in un'area di endemia gozzigena della Sicilia Nord-Orientale, seguendo l'evoluzione di tali patologie in uno studio longitudinale di circa 30 anni. Nell'ambito di questi studi, ha assunto un ruolo primario in un progetto originale e di collaborazione internazionale con l’Università di Harvard (USA) e Bruxelles (Belgio) per la iodoprofilassi mediante supplementazione di iodio all'acqua municipale di un centro della Sicilia Nord-Orientale (Troina). 

Per la sua esperienza nel settore gli è stato attribuito nel 1998 il ruolo di Coordinatore per la Sicilia Sud-Orientale di un progetto finanziato dal C.N.R. relativo all' "Eradicazione del gozzo endemico e dei disordini da carenza iodica nell' Italia Meridionale".

Dal 2013 è stato nominato Componente della Commissione “Iodine Deficiency Disorders e Giornata Mondiale della Tiroide” della Società Italiana di Endocrinologia.
In atto Responsabile dell’Osservatorio Regionale per la Prevenzione del Gozzo – Regione Sicilia.

Coordinatore di un progetto del Ministero della Salute intitolato: “Progetto iodoprofilassi: azioni per l’ottimizzazione dell’adesione al piano nazionale di prevenzione e monitoraggio della iodoprofilassi in Liguria, Toscana e Sicilia”.

L'attività clinica e scientifica si è rivolta anche alle problematiche relative al carcinoma della tiroide e in particolar modo ai pazienti sottoposti a terapia radiometabolica: in questo settore ha selezionato una delle casistiche più vaste in Europa e ne ha seguito l'evoluzione, pubblicando una serie di lavori sull’argomento.

L’attività scientifica è documentata da 167 pubblicazioni scientifiche su riviste nazionali e internazionali, di cui 63 lavori in estenso e 104 sunti brevi di comunicazioni e relazioni a congressi.

 

PAROLE CHIAVE:
PATOLOGIE TIROIDEE - GOZZO ENDEMICO -  IODOPROFILASSI -  IPOTIROIDISMO -  IPERTIROIDISMO -NODULI TIROIDEI - CARCINOMA TIROIDEO - TERAPIA RADIOMETABOLICA -  OFTALMOPATIA TIROIDEA